THE WORLD
OF SCAME

Italy

Parre (Bergamo)

Please, select your language

Ricerca prodotto


Ti trovi in: HOME > InfoPOINT > News | 20081021.asp
Navigator

   

ScameOnLine
21 ottobre 2008

Connessioni sicure ...
... anche in casa!
secondo la CEI 23-50

 

Tra i componenti fondamentali di un sistema elettrico vi sono le prese a spina.

Questi dispositivi rappresentano un’interfaccia fisica tra gli utilizzatori e la parte finale dell’impianto di distribuzione dell’energia.

logo


GENERALITA'

Le prese e le spine possono essere mobili oppure fisse: la presa mobile consente operazioni di collegamento tra 2 cavi flessibili che comprendono sia presa che spina (ad esempio, le prolunghe); quando la presa è fissa, è collegata all’impianto fisso.

Le prese a spina vengono distinte nelle categorie:

  • per usi domestici e similari (norma CEI 23-50)
  • per usi industriali (norme CEI EN 60 309-1 e CEI EN 60 309-2).

 

logo
logo
Standard uso domestico e similare.
Standard uso industriale

 


 

LE PRESE A SPINA
PER USI DOMESTICI E SIMILARI

Le prese per usi domestici devono essere realizzate secondo la Norma CEI 23-50. Questi dispositivi non sono soggetti a marcatura CE, visto che ogni Paese ha adottato propri standard dimensionali.

La norma CEI 23-50 comprende le prese e le spine fisse e mobili con tensione nominale superiore a 50V e fino a 440V e corrente nominale non superiore a 32A sia per circuiti monofase che trifase.

Destinate agli usi domestici e similari tali prese e spine possono essere utilizzate sia all'interno che all'esterno degli edifici facendo attenzione al grado di protezione dalla polvere e dall'acqua.

La corrente nominale è limitata ad un massimo di 16A per le prese fisse con morsetti senza vite.

La CEI 23-50 prende in considerazione anche le prese multiple, le prolunghe e le prese da montare sugli apparecchi.

Una operazione errata
e pericolosa compiuta
da utilizzatori inesperti.
logo

La norma CEI 23-50 è da ritenersi valida anche per le scatole usate durante l'installazione di apparecchi il cui involucro è parte integrante degli stessi (es. apparecchi monoblocco); per le spine collegate ai cordoni per connettore; per le spine e per le prese mobili collegate ai cordoni prolungatori.

In ambienti particolari, ad esempio quelli caratterizzati da un elevato pericolo di esplosione, la CEI 23-50 stabilisce la necessità di costruzioni speciali.

Le prese e le spine si dividono in:

  • smontabili:
    munite di morsetti che permettono la sostituzione del cavo flessibile;
  • non smontabili:
    costituite da un complesso stampato tale da formare un pezzo unico con il cavo.

La norma considera, dal punto di vista normativo, i seguenti tipi:

  • sporgenti;
  • da incasso;
  • da semi-incasso;
  • a pannello;
  • per stipiti;
  • portatili;
  • da tavolo, singole e multiple;
  • per incasso nel pavimento;
  • per apparecchi.

Le spine e le prese possono anche essere combinate con apparecchi del tipo plug-in (cioè inseribili direttamente in prese) come ad esempio le lampade per la luce notturna, ma non sono trattate dalla presente norma.

 

logo


MARCATURA

Le prese e le spine devono portare le seguenti marcature:

  • corrente nominale (A);
  • tensione nominale (V);
  • simbolo del tipo di corrente (~);
  • nome e marchio del costruttore;
  • numero o sigla di articolo o di catalogo;
  • simbolo del grado di protezione (IP) se maggiore di IP20.

 


PRESTAZIONI

Le prese e le spine devono garantire le seguenti prestazioni:

  • vita non inferiore a 5.000 inserzioni e 5.000 disinserzioni;
  • tenuta di ogni spinotto nel relativo alveolo non inferiore a 1.5N per prese fino a 10A ed a 2N per pese da 16A;
  • forza di estrazione della spina dalla presa non superiore a 40N per i tipi bipolari (2P) fino a 10N ed a 54N per i tipi bipolari con terra (2P+T) da 16A;
  • resistenza di isolamento non inferiore a 5MOhm;
  • riscaldamento dei morsetti inferiore a 45°C con corrente di prova prevista;
  • potere di interruzione a 1.1 Vn non inferiore a 1.25In provato con 50 manovre.

 


PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI DIRETTI

Le prese e le spine devono essere dimensionate in modo tale da impedire che si verifichino le situazioni pericolose.

Otturatore sugli alveoli delle prese che protegga da contatti diretti anche volontari con parti in tensione.

logo
Calze protettive sugli spinotti delle spine per proteggere l'utilizzatore dai contatti diretti con parti in tensione nella fase di inserzione o estrazione della spina dalla presa.
logo
Dispositivo (es. otturatore) o geometria (es. pozzetto) che impedisca la connessione unipolare.
logo

 

 

 


PRESCRIZIONI NORMATIVE FONDAMENTALI CHE INTERESSANO L'INSTALLAZIONE

Campo di impiego
Le prese per usi domestici e similari possono essere utilizzate in tutti gli ambienti ordinari interni. L’uso delle prese e delle spine mobili del tipo per usi domestici è vietato nei cantieri di costruzione e di demolizione. Non devono essere impiegate per circuiti a bassissima tensione di sicurezza.

Altezza minima dal pavimento
Le prese a parete devono stare ad un’altezza minima di 175 mm, quelle a battiscopa ad un’altezza di 70 mm, mentre quelle su torrette o calotte a pavimento ad un’altezza di 40 mm. Queste raccomandazioni hanno lo scopo di limitare il pericolo d’urto e di ingresso d’acqua durante il lavaggio del pavimento.

 

 

 

 


Per saperne di più
- Normativa tecnica: CEI 23-50
- Catalogo SCAME sez. 1.1: Spine e prese per uso domestico
- Catalogo SCAME sez. 1.2: Adattatori e prese multiple

 

Rev.16.1004      

 

Share
 
 
  Installatore
15 settembre 2017
31 dicembre 2017


3,27 Mb

Keep Calm and go shopping

Ricevi in omaggio un buono acquisto Amazon dal valore di € 20,00



 
 
 
Ricerca
Testo:
Codice:
Descrizione:
 
 
Utility
Scopri come trovare tra migliaia di configurazioni il quadro giusto per te.
Individua i prodotti compatibili con gli involucri preforati Scame.
 
 
Advertising
 

 
 
 
 

Cerca - Language [] - Site Map - Contact - Privacy - Legal Notice
©2005-2017 - SCAME PARRE S.p.A. - P.IVA IT 00137900163 - Active users: 653