THE WORLD
OF SCAME

Italy

Parre (Bergamo)

Please, select your language

Ricerca prodotto


Ti trovi in: HOME > InfoPOINT > News | 20080205.asp
Navigator

   

ScameOnLine
5 febbraio 2008

Scatole da rompere?

I dizionari generici di una lingua non discriminano spesso il significato di un termine rispetto al settore di appartenenza. Il termine stesso tensione, ad esempio, ha molti significati diversi e se mettiamo a dialogare un installatore e uno psicologo, l’uso di questa parola potrebbe portare a strani qui pro quo.

Ed è così anche per il termine scatola.

Il modo di dire del titolo è assolutamente fuori luogo se le scatole sono quelle dei centralini e se la loro solidità e le loro caratteristiche generali sono garantite da un’azienda di primaria importanza.

Per le scatole infatti alcune indicazioni garantiscono la qualità indispensabile per una buona installazione.

Chi è attento al proprio lavoro infatti troverà:

  • Nome del costruttore e/o marchio di fabbrica;
  • Riferimento di tipo in modo da determinare facilmente il prodotto sul catalogo;
  • Grado di protezione (se maggiore di IP20) visibile anche a scatola installata;
  • Simbolo che indica la destinazione (installazione su parete ruvida, a incasso su parete a doppia lastra, resistenza al fuoco o altro).

Nessun installatore accorto dirà che l’individuare tali indicazioni è, per l’appunto, una rottura di scatole. Infatti il valore aggiunto di una professione tanto importante è anche quello di installare il prodotto giusto rispetto alla destinazione.

 

Le norme

Da questo punto di vista le Norme da considerare sono varie, ad esempio

la CEI 23-48
“Involucri per apparecchi per installazioni elettriche fisse per usi domestici e similari
Parte 1: Prescrizioni generali”

e la CEI 23-49
“Involucri per apparecchi per installazioni elettriche fisse per usi domestici e similari
Parte 2: Prescrizioni particolari per involucri destinati a contenere dispositivi di protezione ed apparecchi che nell’uso ordinario dissipano una potenza non trascurabile”.

Avrete trovato all’interno di questi titoli di norme la frase “per usi domestici e similari”; ciò la dice lunga su quale possa essere il numero di centralini e contenitori installati e da installare, non solo negli appartamenti ma anche nel terziario.

Si tratta di luoghi in cui raramente vivono persone in grado di comprendere i pericoli derivanti dalla corrente elettrica e quindi l’installazione dei relativi componenti dell’impianto deve essere incentrata sulla massima sicurezza.

E ciò è valido anche per centralini e contenitori, non solo nella parte relativa al volume di contenimento, ma anche per i coperchi, i fissaggi, il passaggio dei cavi ecc, sia che si tratti di scatole di derivazione, sia che si tratti di centralini con accessibilità frontale tesa a consentire la manovra degli apparecchi contenuti.

 

La scelta

All’atto della scelta è opportuno verificare la presenza di caratteristiche utili per l’installazione” presenza di prefratture sui lati, spazio interno che consenta di montare agevolmente i componenti, centrini di foratura sulle pareti, facilità di cablaggio, facilità di centratura degli apparecchi grazie ad una retinatura del fondo, guide regolabili ecc.


Centrini di foratura sulle pareti
Prefratture
sui lati
Facilità di centratura degli apparecchi
grazie ad una retinatura del fondo

Ma è necessario tener conto
delle esigenze dell’utente e della sua sicurezza.

Quanti moduli dovranno essere installati?
È necessario un coperchio a chiave?
La modularità consente una successiva implementazione dei componenti installati?
Sono utili le viti di chiusura a passo rapido?
E, per quanto riguarda la sicurezza, qual è il grado di protezione?
Esiste stabilità dimensionale alla variazione di temperatura?
Resiste il contenitore agli attacchi degli agenti chimici e atmosferici?
E agli urti?
E siamo certi che il materiale con cui sono costruiti sia resistente al calore anormale e al fuoco fino a 650 °C.

Modularità
orizzontale
e verticale

Solo rivolgendosi ad un’azienda seria si possono ottenere queste caratteristiche.

 

Non basta

Una cassetta è solo una cassetta?
No. E' anche un elemento di arredo.

E oggi tale caratteristica è subito apprezzata proprio perché l’utente con quella cassetta o con quel centralino in casa o in ufficio dovrà convivere per anni.

Perché allora non scegliere tra le proposte di una azienda che ha considerato attentamente queste caratteristiche di design sin dal progetto?

Facendolo è come se aveste messo un biglietto da visita in ogni vostra installazione.

Altro che rompere le scatole.


Per saperne di più:
- Prodotti: Serie DOMINO - Serie CUBIK - Serie SCABOX
- Norme: CEI 23-48 - CEI 23-49

 

Rev.16.1004      

 

Share
 
 
  Installatore
15 settembre 2017
31 dicembre 2017


3,27 Mb

Keep Calm and go shopping

Ricevi in omaggio un buono acquisto Amazon dal valore di € 20,00



 
 
 
Ricerca
Testo:
Codice:
Descrizione:
 
 
Utility
Scopri come trovare tra migliaia di configurazioni il quadro giusto per te.
Individua i prodotti compatibili con gli involucri preforati Scame.
 
 
Advertising
 

 
 
 
 

Cerca - Language [] - Site Map - Contact - Privacy - Legal Notice
©2005-2017 - SCAME PARRE S.p.A. - P.IVA IT 00137900163 - Active users: 504