THE WORLD
OF SCAME

Italy

Parre (Bergamo)

Please, select your language

Ricerca prodotto


Ti trovi in: HOME > InfoPOINT > News | 20040607.asp
Navigator

   

ScameOnLine
7 giugno 2004

Uomini e imprese

GRUPPO SCAME: un'azienda padronale a struttura manageriale; rapidità decisionale e perfetta integrazione della famiglia proprietaria con il resto del management alla base dei successi del Gruppo bergamasco.

Fondata nel 1963 la Scame può contare attualmente su ben sette unità di produzione dislocate su un'area totale di 63mila metri quadrati con 700 dipendenti situata a Parre, in provincia di Bergamo. Dotata di moderni sistemi produttivi, componenti montaggi automatici robotizzati, oltre che di un attento controllo di qualità, l'azienda orobica realizza prodotti affidabili e di elevato livello tecnologico. La produzione di Scame può contare su più di 8mila articoli che coprono una vasta gamma di componenti e sistemi per impianti elettrici destinati al settore civile, terziario e industriale. Grazie all'ausilio di una rete di vendita estesa e capillare, la Scame è presente sul territorio nazionale presso i maggiori distributori di materiale elettrico. Scame è presente anche in molti mercati internazionali; infatti, esporta in più di 77 Paesi e in tutti i continenti.

Del Gruppo Scame, della sua storia e delle strategie future abbiamo l'autorevole voce di Giovanni Scainelli, amministratore delegato, di Stefano Scainelli responsabile organizzazione e sistemi, di Maria Lucia Scainelli responsabile pubblicità e relazioni e di Bernardo Bonetti, direttore commerciale e marketing.

"Ricordo che lavoravo per un'azienda chimica" esordisce Giovanni Scainelli "Il lavoro andava bene, nonostante l'azienda si fosse dibattuta in un periodo piuttosto lungo di crisi economica; un giorno ho litigato con il direttore e ho dato le dimissioni. Hanno fatto di tutto per dissuadermi ma, ormai, nulla mi avrebbe fatto cambiare idea".

Chiodini isolati

Qualche anno prima Scainelli riceveva la proposta di avviare un'attività in comune con un'altra persona. Si trattava di trovare una materia plastica che potesse servire a ricoprire dei chiodini, i cosiddetti chiodini isolati fortemente richiesti dai grossisti. La produzione iniziò nel 1956.

"Quindi mi sono licenziato ed ho proseguito l'attività di costruzione di questi chiodini".

Marzo 1962

Scame nasce nel marzo del 1962 e, alla produzione di chiodini, aggiunge quella delle prime spine e prese civili. "Dopo circa un anno ho conosciuto qui in paese Giovanni Palamini che faceva il meccanico e gli ho chiesto se gli interessava entrare in società con me per fare accessori di ottone. Dopo un anno di esperienza acquisita in una officina a Canonica D'Adda, abbiamo iniziato insieme la produzione di spinotti."

 

La produzione va bene e cresce in maniera costante, pur senza mai raggiungere picchi vertiginosi, del 10/11 per cento l'anno. Nel frattempo i soci diventano quattro; si aggiunge un altro meccanico, Cornelio Palamini, fratello dell'altro socio, e un caro amico, Luigi Piccinali, chi si occupava dell'amministrazione.

Il 1987

Nell'87 viene colpito da una malattia il direttore produzione Giovanni Palamini, che si riprenderà solo dopo qualche anno e due mesi dopo viene improvvisamente a mancare Piccinali.

"La prima fase della storia societaria è stata una fase pionieristica nell'ambito della quale i soci fondatori hanno iniziato l'attività, nella seconda metà degli anni '60" aggiunge Stefano Scainelli. "Eravamo in una zona priva di altre industrie al di fuori di quella tessile, quindi è stato molto difficile trovare tecnici e meccanici formati.

Gli anni '70

Negli anni '70 c'è stato il problema della contestazione, anche se ne siamo stati soltanto sfiorati. Poi, dal '75 la società ha investito nella produzione delle nuove spine e prese industriali. Così siamo entrati anche nel mercato industriale.

"Nella seconda metà degli anni '80 entrano in azienda persone nuove, provenienti da altre grandi aziende, che portano in dote il loro know-how organizzativo e specifico di settore. "A quel punto Scame ha investito in infrastrutture al servizio della produzione - sala prove, qualità, ufficio tecnico - per ottenere prodotti all'avanguardia."

Con gli anni '90 Scame raggiunge una propria "internazionalizzazione"; diventa un gruppo e incomincia a fare un po' di "shopping" all'estero.

"Non è più sufficiente esportare i prodotti, bisogna essere presenti sul territorio. Solo così si può avere un feedback, avere informazioni precise, per poter investire e creare prodotti specifici per quel mercato. E poi, ormai, i tempi sono cambiati e il nostro mercato domestico è l'Europa". "Siamo un'azienda padronale, con rapidità decisionale tipica dell'azienda padronale, ma che ha una struttura manageriale " afferma Bonetti "E la famiglia proprietaria è integrata perfettamente con il resto del management, non si sono mai creati quei conflitti a livello decisionale che, in casi come questo, spesso si verificano. L'aspetto fondamentale che caratterizza l'azienda è proprio quello di aver saputo cogliere il meglio da entrambi i tipi di conduzione."

Scame e i distributori

La filosofia del Gruppo si basa sulla continua innovazione dei prodotti tesa a fornire un miglior servizio al cliente. Il prodotto è pensato per l'installatore e qui innovazione significa predisporre un prodotto di facile installazione; il prodotto transita dal distributore e qui innovazione vuol dire offrire molteplici soluzioni con l'utilizzo di pochi pezzi; quindi riduzione delle scorte di magazzino e riduzione dei costi. Innovazione, per Scame, vuol dire anche realizzare prodotti sicuri con un occhio di riguardo al mercato degli utilizzatori finali.

Come dice Stefano Scainelli, "sappiamo offrire brevi tempi di consegna, buona qualità del prodotto, investimenti in informazione e nuove tecnologie. Consentiamo ad agenti e clienti di accedere al nostro sistema informativo per avere le informazioni necessarie. Siamo anche valutando soluzioni di e-commerce per i mercati esteri. Internet è un mondo in continua evoluzione e va studiato attentamente; del resto molte aziende più grandi di noi sono ancora ferme da questo punto di vista, quindi..." guardando ad altri settori, per esempio, HP fa e-commerce coinvolgendo anche i distributori, mantenendoli nell'ambito della catena distributiva. L'idea è quella di abbassare i costi, offrendo margini più elevati. Recentemente è nato un portale, quello dell'Anie, che tende sostanzialmente all'e-commerce. Molti distributori lo vedono come uno sparaucchio; per Stefano Scainelli "innanzitutto bisogna dire che non è l'unico, visto che già una società di Torino, Acqua.net, ne ha creato uno per il settore idrotermosanitario. È molto difficile dare una risposta. sono stato recentemente a una conferenza di Elserino Piol, ex braccio destro di De Benedetti, che ha detto una cosa molto giusta e interessante: le aziende che hanno già un certo tipo di organizzazione definita negli anni, hanno una notevole difficoltà a utilizzare questi strumenti, perché ciò significa cambiare, stravolgere completamente l'organizzazione aziendale". Forse l'e-commerce può essere utile nella fase iniziale d'acquisto, che è poi la strategia utilizzata da colossi industriali come Fiat, Ford e General Motors. Stanno creando dei portali per ridurre il numero dei fornitori e metterli in competizione fra loro. Utilizzando l'e-commerce per fare economie di acquisto e non di distribuzione. Tornando al settore elettrico e ai grossisti, Bonetti aggiunge "bisogna dire che molti vivono l'e-commerce come uno spauracchio, come l'avvio di una fase di disintermediazione. Non è così, l'intermediazione, la logistica e la copertura del territorio sono sempre più importanti. Il grossista questo lo ha capito, basta vedere come sta proliferando l'aumento dei punti di vendita". Il grossista non deve sentirsi minacciato, poiché il servizio che garantisce e la soddisfazione del cliente sono alla base del commercio elettrico e non potranno mai essere scavalcati in tot dall'e-commerce.

L'attività di Scame

"Come gruppo Scame operiamo sostanzialmente nell'ambito di due settori, quello elettrico e quello degli elettrodomestici, con una partecipazione di maggioranza in una società che fa piccoli elettrodomestici. Siamo partiti anche con altre iniziative nel settore dell'engineering; abbiamo creato un'azienda la Partec che si occupa di progettazione e prototipazione rapida e la Digimold, azienda che si occupa della produzione di stampi. Abbiamo sviluppato queste aziende, anche se il settore dell'engineering non ha sicuramente molto a che fare con Scame, poiché utilizzano alcune tecnologie di base che utilizziamo anche noi."

Questa è la situazione attuale del Gruppo per quanto riguarda l'Italia. Per quanto concerne invece l'estero "abbiamo iniziato una politica di internazionalizzazione. Abbiamo iniziato in Francia, Spagna e nei Paesi dell'est, precisamente in Slovacchia" prosegue Scainelli.

"In tutti e tre i casi abbiamo fatto partire iniziative commerciali con dei partner; con la Slovacchia abbiamo anche iniziative industriali di assemblaggio a livello locale."

Il Gruppo, nel frattempo, ha inaugurato contemporaneamente altre tre filiali: Scame UK, Scame Argentina e la Scame Ceca. "Quindi, attualmente, abbiamo in essere sei iniziative commerciali e industriali; in Inghilterra, poi, abbiamo fatto un importante investimento; abbiamo rilevato un'azienda che produce spine e prese industriali in metallo utilizzate solo nel mercato inglese. Per noi era importante entrare in questo mercato e utilizzarlo come chiave di accesso ai grossisti; questi ultimi infatti costretti a gestire questo tipo di prodotto, presente in molti capitolati e realizzato ormai soltanto da questa società inglese."

Per quanto riguarda le sponsorizzazioni sportive, Maria Lucia Scainelli afferma che "Scame è da anni sponsor di sport cosiddetti poveri come lo sci nordico e il biathlon, e sponsorizza molti atleti della Nazionale Italiana che hanno conquistato medaglie alle ultime Olimpiadi invernali e una squadra di basket che milita in B2. Negli ultimi anni si è aggiunta anche una sponsorizzazione al di fuori degli sport poveri, l'AlbinoLeffe, società calcistica che milita in serie C1 prima e in serie B ora."

Espansione, innovazione e tecnologia sono le tre caratteristiche fondamentali proprie della filosofia del Gruppo. Una filosofia vincente che, insieme all'organizzazione aziendale, porterà il gruppo Scame sempre più lontano verso l'Europa, il nuovo mercato domestico, e verso il mercato globale.


Per saperne di più:
- L'azienda: SCAME PARRE S.p.A.

 

Rev.16.0929      

 

Share
 
 
  Installatore
15 settembre 2017
31 dicembre 2017


3,27 Mb

Keep Calm and go shopping

Ricevi in omaggio un buono acquisto Amazon dal valore di € 20,00



 
 
 
Ricerca
Testo:
Codice:
Descrizione:
 
 
Utility
Scopri come trovare tra migliaia di configurazioni il quadro giusto per te.
Individua i prodotti compatibili con gli involucri preforati Scame.
 
 
Advertising
 

 
 
 
 

Cerca - Language [] - Site Map - Contact - Privacy - Legal Notice
©2005-2017 - SCAME PARRE S.p.A. - P.IVA IT 00137900163 - Active users: 613